Home / Blog / Bio-stampante laser 3D per trapianti di pelle ?

Bio-stampante laser 3D per trapianti di pelle ?

La tecnologia della stampa 3D si sta evolvendo anche a livello sociale, con una bio-stampante laser 3D in grado di realizzare tessuto organico sintentico.

Quest’ultimo potrà essere stampanto direttamente su soggetti che necessitano di trapianti di pelle, come, ad esempio, pazienti ustionati: l’innovazione tecnologica è figlia degli scienziati di Poietis, un laboratorio di Bordeaux, in Francia.

Attualmente la bio stampante è impiegata a scopo di ricerca, ma non si esclude un suo possibile utilizzo in campo medico-sanitario, direttamente sui pazienti, da qui a dieci anni: in effetti, ora essa viene usata per test cosmetici, ma gli innesti cutanei reali non sembrano più essere una chimera.

Il risultato, ossevabile a microscopio, è esaltante: la pelle inizia a ricrescere dopo pochi giorni, nei quali, tramite un un modello predefinito dal computer ed eseguito dalla bio-stampante, le cellule vive iniziano ad interagire tra loro.

Fabien Guillemot, il fondatore dell’azienda Poietis, dichiara:”La bio-stampante funziona come una comune tecnologia a getto d’inchiostro, in pratica un impulso laser genera un getto d’inchiostro dove, però, l’inchiostro è una sorta di sospensione di cellule. Spostando il getto si depositano gocce di cellule in punti differenti e quindi, strato dopo strato, si ricostruiscono strutture tridimensionali. Con la tecnologia laser abbiamo una risoluzione di circa 20 micron (millesimi di millimetro, ndr) quindi possiamo ‘stampare’ cellula per cellula, dando una maggiore complessità al tessuto che produciamo, simile a quella dei nostri tessuti e dei nostri organi”.

Pelle bio stampante laser 3D

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

il tuo telefono

Rispettiamo la Tua Privacy (clicca per continuare)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top