Home / Blog / BlindHelperBraille : la prima stampante Braille low cost

BlindHelperBraille : la prima stampante Braille low cost

Ecco la prima stampante Braille low cost, ad opera di tre studenti dell’Iis Rita Levi Montalcini di Alessandria: questo nuovo progetto nasce proprio dalla volontà di aiutare i loro compagni ipovedenti.

Autori di questa innovazione sono Giulia Narzisi, Diego Pistone e Kevin Dotta, all’interno di una tesina per la prova di maturità, con un risultato a dir poco sorprendente.

Le stampanti Braille esistono da tempo sul mercato, ma sono assai costose, mentre la genialità di questi ragazzi è stata quella di creare un prototipo a partire da componenti economiche, facilmente reperibili.

La suddetta stampante prende il nome di BlindHelperBraille ed ha lo scopo di facilitare lo studio e l’apprendimento degli studenti ipovedenti, “traducendo” e stampando appunti e lezioni in un modo più facile ed economico.

BlindHelperBraille funziona come una classica stampante ad aghi, la quale, al posto dell’inchiostro, impiega un punzone adatto a creare, indicendo cartoncini, rilievi simboleggianti le lettere dell’alfabeto Braille.

Fabio Piana, il docente di laboratorio di elettronica, supervisore del prototipo presentato dai ragazzi, ha affermato, infine, che:”…vogliamo che a migliorare la stampante ci lavorino i nuovi studenti, perchè la rendano più affidabile e sviluppino un software ancora più semplice da usare”.

La stampante BlindHelperBraille sarà pesentata alla Maker Fair Rome, la kermesse che, dal 16 al 18 ottobre 2016, si occupa di innovazione e creatività.

stampante-ipovedenti-blindhelperbraille-low-cost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top