Home / Blog / Inchiostro stampante finito : ricaricare manualmente le cartucce

Inchiostro stampante finito : ricaricare manualmente le cartucce

Precedentemente abbiamo visto che, in mancanza di manualità, è meglio optare per cartucce o toner compatibili per stampanti.

Al contrario, se si possiede una certa praticità in merito, si procede alla vecchia maniera, per così dire, al momento della sostituzione dell’inchiostro finito.

Rimosse le cartucce dallo slot di posizionamento e tolto l’adesivo dalle stesse, si svela il foro della cartuccia e vi si innesta il beccuccio del flacone o flaconcino dell’inchiostro compatibile.

Qui servono guanti e siringhe: i primi per non sporcarsi, le seconde (quattro quanti i colori da ricaricare) per dosare al meglio l’inchiostro.

I consigli annessi a questa metodologia sono di lasciar riposare l’inchiostro ricaricato per alcune ore, prima di utilizzarlo nelle prime stampe.

Talvolta è possibile che manchi il foro della cartuccia, per cui si deve bucare l’involucrodi plastica; infine, attenzione a non sposrcarsi più del necessario, in quanto sempre inchiostro è.

ricarica-inchiostro-stampante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top