Home / Blog / Stampanti inkjet per circuiti elettronici flessibili

Stampanti inkjet per circuiti elettronici flessibili

I ricercatori del Technical Institute of Physics and Chemistry di Pechino hanno realizzato circuiti elettronici flessibili, a partire da una semplice stampante inkjet.

Finora, infatti, sono molti gli studi che riguardano inchiostri conduttivi, purtroppo dagli esiti affatto positivi, in quanto i materiali impiegati avevano limiti derivanti dalla necessità di un aumento di temperatura (a 400°C…) oppure presentavano scarsa conducibilità.

In questo caso, invece, la stampante inkjet ha un inchiostro che è un vero metallo liquido, una lega di gallio ed indio, la quale consente di stampare su ogni superficie, sempre a temperatura ambiente.

Tramite una stampante inkjet comune, infatti, si possono depositare, su un determinato substrato, microscopiche gocce di questo inchiostro-metallo liquido, le quali, al contatto con l’aria, si ossidano aderendo in modo perfetto.

L’utilizzo di una semplice stampante, quindi, permette la diffusione di massa della suddetta tecnologia cinese, in quanto la creazione di circuiti stampanti è facilmente possibile tramite una maschera oppure spostando la testina.

Infine, la lega gallo-indio si può modificare per realizzare una pellicola conduttiva semitrasparente, con un passaggio di luce del 47 percento: teoricamente, tra un po’, si potranno benissimo stampare circuiti elettronici su qualsiasi supporto di qualsiavoglia materiale, come, ad esempo, vetro, plastica o tessuto.

Stampante inkjet circuiti elettronici

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

il tuo telefono

Rispettiamo la Tua Privacy (clicca per continuare)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top